In aumento il traffico dei passeggeri, soprattutto internazionali, negli aeroporti di Brindisi e Bari

Da gennaio a settembre del 2018 si registra un aumento del traffico passeggeri in arrivo e partenza negli aeroporti di Bari e Brindisi.

Sono stati oltre 5,7 milioni, il +6,5% rispetto allo stesso periodo del 2017, i passeggeri complessivi che sono approdati negli Aeroporti di Puglia; circa 2,1 milioni di passeggeri- con una crescita del 18,8% sulla linea internazionale, mentre il dato riferito alla linea nazionale, parla di un +0,7%.

Al conseguimento di questo risultato ha certamente contribuito l’ottimo andamento dal punto di vista meteorologico del mese di settembre, che ha registrato un incremento del traffico passeggeri dell’11% su Bari e del 10,1% su Brindisi.

Va evidenziato inoltre l’eccellente risultato della linea internazionale che a settembre, rispettivamente con 232mila e 79mila passeggeri, si attesta al +23,4% su Bari e al +25,4% su Brindisi. Complessivamente sui due scali, nello scorso mese, il totale, tra arrivi e partenze, è stato di poco più di 770mila passeggeri (+10,7%).

«L’eccellente risultato ottenuto è motivo di legittima soddisfazione»- ha dichiarato il Presidente di Aeroporti di Puglia Tiziano Onesti. «La significativa crescita registrata dalla componente internazionale di linea è legata a doppio filo alla nostra costante azione di sviluppo del network delle destinazioni e di accentuata accessibilità dai grandi mercati fonte per l’industria turistica pugliese. I nostri scali – ha quindi concluso il presidente Onesti – contribuiscono in maniera sempre più decisa all’affermazione della Puglia come destinazione di successo per il turismo internazionale».