L’Università delle Tre Età di Ostuni dà appuntamento ai suoi iscritti domani, venerdì 22 novembre, alle ore 17 presso l’auditorium dell’istituto Jean Monnet per parlare di “come il marketing condiziona la nostra alimentazione”.

È questo il tema del prossimo incontro, che rientra nel corso dedicato a “L’arte di stare bene”. L’esperto invitato a parlare dell’argomento è il dottor Agostino Grassi, non solo esperto dietologo, ma anche professionista attento a tutto quello che si muove intorno al cibo e all’alimentazione, con particolare riferimento alla dieta mediterranea.

Attraverso la trattazione di un tema di grande attualità, si intende richiamare l’attenzione sul passaggio ormai consolidato del cibo che, da prodotto utile a soddisfare un bisogno primario, diventa un prodotto industriale regolato dalle leggi del mercato, il cui obiettivo è la crescita del suo consumo.

A questo fine la pubblicità, spesso adoperata come arte ingannevole, offre i suoi servigi con grande intelligenza e fine persuasione. Si tratta di messaggi pubblicitari ben costruiti, accompagnati da motivi musicali e da scenografie suggestive e affidata a personaggi famosi, da influenzare efficacemente le scelte del consumatore.

Del resto gli stessi supermercati, a ben vedere, sono organizzati in modo scientifico con lo scopo evidente di incentivare gli acquisti e massimizzare il profitto.

Ma allora come bisogna comportarsi di fronte a messaggi rassicuranti che accompagnano tante confezioni di prodotti diffusi e ben in vista sugli scaffali, che riportano le diciture: senza grassi, senza zuccheri, senza lattosio, senza glutine, senza olio di palma, se l’intento è solo quello di tranquillizzare il consumatore di fronte a eventuali rischi per la salute? E come attrezzarsi per capire e scegliere consapevolmente in nome della corretta alimentazione?

Il dottor Grassi cercherà di approfondire questi aspetti e rispondere alle più comuni domande del consumatore finale.

Ricevi tutte le ultime notizie

Prova il nuovo canale Telegram di Ostuni News