La Guardia di Finanza ha ricordato con una cerimonia Fabio Perissinotto, finanziere scelto morto in servizio nel 2002

Come ogni anno, la Guardia di Finanza ricorda Fabio Perissinotto, il finanziere scelto che perse tragicamente la vita il 4 novembre del 2002, a soli trent’anni, durante un inseguimento lungo la Strada Statale 379, nel corso di un’operazione di contrasto al contrabbando.

L’incidente avvenne mentre l’autovettura in cui erano il finanziere e a tre colleghi, era impegnata a inseguire un’autovettura, risultata rubata e condotta da un pericoloso pregiudicato della Sacra Corona Unita, che non si era fermata all’alt dei tre militari.

Per il giovane finanziere, insignito della “Medaglia d’Oro al Valor Civile”, questa mattina, presso il Santuario “Santa Maria di Belvedere” a Carovigno è stata celebrata, da Padre Tommaso Chirizzi, Cappellano Militare del Comando Regionale Puglia, una Messa in memoria.

La commemorazione, che ha avuto inizio alle ore 11.30, si è svolta alla presenza del Comandante Provinciale di Brindisi, Colonnello t.ST Pierpaolo Manno e ha visto la partecipazione di sua Eccellenza il Prefetto Valerio Valenti, del Procuratore della Repubblica di Brindisi, Antonio De Donno e delle altre autorità locali, civili e militari.

Presenti alla commemorazione in onore di Fabio Perissinotto, anche tutti gli Ufficiali in forza al Comando Provinciale e una nutrita rappresentanza di militari e dei componenti delle Sezioni A.N.F.I. di Brindisi, Fasano ed Ostuni.

La funzione religiosa è stata preceduta, alle ore 11, dalla deposizione di un cuscino di fiori sulla lapide posta nei pressi della complanare della S.S.379 Bari-Brindisi, in località Santa Sabina, lo stesso luogo in cui il giovane finanziere, sedici anni fa, perse la vita.