L'IGAT, Istituto di Psicoterapia della Gestalt e Analisi Transazionale, ha aperto una sede in Puglia, a Ostuni

Nasce in Puglia, a Ostuni, una sede distaccata dell’ I.G.A.T. (Istituto di Psicoterapia della Gestalt e Analisi Transazionale) nato e fondato a Napoli nel 1987 da Antonio Ferrara, psicologo, psicoterapeuta e uno dei massimi esperti a livello nazionale e internazionale di psicoterapia della Gestalt, Analisi Transazionale ed Enneagramma.

La sede distaccata dell’IGAT a Ostuni è ubicata in via Giovanni Bosco n.10 e a partire da quest’anno offrirà la possibilità a laureati in Psicologia o Medicina di iscriversi alla Scuola di Specializzazione in Psicoterapia– riconosciuta dal Miur (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) i cui corsi partiranno dal febbraio 2019.

Per presentare la sede distaccata dell’IGAT di Ostuni e la Scuola di Specializzazione in Psicoterapia, mercoledì 14 novembre si terrà a Bari un Open Day, dalle ore 15.30 alle ore 17.30, nella sede del Consiglio dell’Ordine degli Psicologi.

All’Open Day sarà presente il dottor Antonio Ferrara che illustrerà a psicologi e medici mete, obiettivi, programmi e finalità dei corsi di formazione e della Scuola di Psicoterapia aperti nella nuova sede di Ostuni. Nel corso dell’incontro, che si avvarrà di momenti teorici ma anche di esempi pratici, verranno inoltre illustrate le professionalità legate al mondo della psicoterapia.

«Abbiamo deciso di aprire una sede distaccata dell’IGAT in Puglia, a Ostuni– spiega il dottor Antonio Ferrara- perché dopo essere venuto tante volte per partecipare a incontri e seminari sono stato affascinato dall’atmosfera che vi si respirava e mi è piaciuto il clima evocativo della cultura pugliese».

Antonio Ferrara, che è inoltre un esperto della tradizione della psicologia degli enneatipi, secondo la visione di Claudio Naranjo, ed un esperto di tradizioni spirituali, è ideatore del Modello Gates, una Terapia Trasformativa, frutto di una elaborazione trentennale che si avvale dell’Integrazione di Psicoterapia della Gestalt, di Analisi Transazionale, di Psicologia degli Enneatipi (Enneagramma) e di Tradizioni Spirituali, che vanno a costituire un unicum grazie al quale l’intervento terapeutico viene arricchito di nuovi preziosi potenziali.

L’IGAT si avvale di uno staff didattico, formato da docenti italiani e stranieri, noti a livello internazionale, che porta avanti insieme al fondatore l’obiettivo principe di formare terapeuti e operatori nella relazione d’aiuto che, al centro della propria attività, mettano l’interesse per la persona e non solo per la teoria, la tecnica e la metodologia.

«La psicoterapia– spiega Antonio Ferraracontinua ad essere importante perché c’è un grande bisogno di guardarsi dentro, di esplorarsi, di conoscersi, di trovare delle ragioni per portare avanti la propria vita in maniera soddisfacente, specialmente oggi che siamo così imbrigliati in tante forme di pregiudizio, forme traumatiche e di ignoranza di sé, che sono tutte maniere attraverso le quali si producono sintomi. Il modello di psicoterapia proposto va anche a guardare come crescere socialmente, come stabilire nuove relazioni e migliorare quelle esistenti e infine come recuperare quei valori che danno dignità all’essere umano. E che, soprattutto, offrano un’apertura verso il possibile, verso le potenzialità di sviluppo che ognuno di noi porta dentro di sé».