Nonostante le numerose difficoltà incontrate per la mancata presenza di un’amministrazione comunale alla quale poter chiedere supporto e per dar seguito ai sempre più esigenti standard di sicurezza imposti, la macchina organizzativa del Bici Club Ostuni anche quest’anno è riuscita a garantire alla Città Bianca l’onore di ospitare la Granfondo di Ciclismo.

La manifestazione – giunta alla XV edizione e valevole come terza prova del XVI “Giro dell’Arcobaleno” – si terrà domenica 7 aprile sull’ormai storico “Circuito dei Mondiali del ‘76”, che lo scorso anno ospitò oltre 500 partecipanti.

Per l’edizione 2019 si attenderà l’ultimo giorno per conoscere il numero esatto degli atleti, che potranno decidere di iscriversi alla gara fino alle ore 23:59 del 6 aprile prossimo collegandosi al sito www.icron.info.

E sempre il 6 aprile, a partire dalle ore 15:00 – o in extremis domenica mattina – saranno consegnati dorsali e pacchi gara presso la sede del Bici Club (in via Rossetti n.27).

Durante la gara saranno presenti alcuni stand espositivi di rinomate aziende del mondo del ciclismo; mentre al termine della manifestazione sarà allestito un ‘Pasta party’ nella Biblioteca comunale.

Il cortile della Scuola “Orlandini Barnaba” e il complesso residenziale la “Peschiera”, invece, fungeranno da aree parcheggio.

Tutto è pronto, dunque, per ospitare tutti gli atleti che, come consuetudine, domenica prossima si ritroveranno ai nastri di partenza nella centralissima Viale Pola, dove la competizione avrà inizio. il serpentone di ciclisti proseguirà, quindi, in direzione Casalini per raggiungere il punto più alto del percorso.

La discesa della Gravina ricollegherà la collina alla strada statale 16 e attraversando le frazioni di Montalbano e di Speziale di Fasano, si ritornerà ad Ostuni, dove i corridori dovranno affrontare l’ultimo, impegnativo, tratto: la salita della Panoramica, con una pendenza del 13%. Giunti in cima, inizierà un nuovo giro, per un totale di 3 ripetizioni per la Mediofondo (104 chilometri) e 4 ripetizioni per la Granfondo (132 chilometri).

A garantire la sicurezza lungo l’intero tragitto ci saranno circa sessanta volontari della Croce Rossa, Protezione Civile e NOAC, insieme ai numerosi soci del Bici Club Ostuni.Novità