In Piazza della Libertà cittadini e visitatori hanno vissuto un momento di grande apprensione ieri sera, martedì 13 agosto, a causa dell’improvviso malore che ha colpito un turista di 40 anni in vacanza con la sua famiglia nella Città bianca. Mentre passeggiava nella principale piazza cittadina, l’uomo è stato colto da un arresto cardiaco. Fortunatamente tre cittadini ostunesi che si trovavano nei paraggi hanno gestito la situazione con grande coraggio e determinazione, aiutati dall’ausilio del defibrillatore donato qualche tempo fa alla città dal comitato ostunese della Croce Rossa, dalla locale sezione AVIS (accanto alla cui sede il defibrillatore è posizionato), dal Lions Club e da Todo ModoMultisolution Travel.

Grazie dunque alla loro preparazione individuale e alla presenza di un defibrillatore, gli ostunesi Pasquale Semerano, capo reparto dei vigili del fuoco di Ostuni, Mino Saponaro, agente della Guardia Costiera e Alessandro D’Ernesto, bagnino, sono stati in grado di salvare la vita al turista colpito da infarto, mettendo in pratica le manovre di primo soccorso. A salvare la vita al turista, hanno contribuito anche due autisti del 118: Stefano Ceccarini di Marche Soccorso e un suo collega di Puglia Soccorso.

A rendere noto quanto accaduto ieri sera, una breve nota diffusa alla stampa da Martino D’Amico, presidente della sezione AVIS di Ostuni. «È stata una giornata di quelle che non si dimenticano facilmente – scrive D’Amico – una giornata che premia la prevenzione e chi crede fermamente che si possa salvare una vita grazie ai corsi di primo soccorso e distribuendo defibrillatori in zone a forte affluenza turistica. Questo dimostra che dotare le nostre città di DAE e formare cittadini capaci di attivare la catena dei soccorsi è sempre più necessario per salvare quante più vite possibile. Un DAE salva la vita, la prevenzione salva la vita»!Novità