Nemmeno il tempo di portare a casa un successo e godere di quanto appena realizzato, che il campione ostunese Piero Suma ha svestito i panni dell’Invictus per indossare la maglia della Nazionale Italiana di para-badminton. Di ritorno dai prestigiosi Invictus Games tenutisi a Sydney dal 20 al 27 ottobre, con al collo una medaglia d’oro, Piero è ripartito per Rodez, in Francia, dove si è svolta la quarta edizione dei Campionati Europei di para-badminton, dal 30 ottobre al 4 novembre.

L’avventura stavolta non ha portato a medaglie, ma ha fatto segnare un primo storico passo per la nazionale italiana, e quel momento porta la firma ostunese del tenente Suma, già campione italiano ed ora primo azzurro nella storia della disciplina e centrare la vittoria in una competizione continentale ed il passaggio del turno al tabellone degli ottavi di finale.

Suma ha condotto una partita perfetta contro il finlandese Riku Vihseasaari riuscendo a vincere il proprio incontro in due set (21-15; 21-13), mettendo subito una seria ipoteca sul passaggio del turno, centrato ed affrontato a testa altissima, sfiorando una fantastica impresa e cedendo solo al terzo set (21-23; 21-7; 21-16) contro lo svizzero Christian Hamboeck in quaranta minuti di gioco. Anche negli altri due ottavi di finale non è arrivata la vittoria ma gli azzurri hanno dimostrato progressi davvero importanti ed un livello di continua crescita anche su palcoscenico internazionale. Davide Posenato è stato fermato in due set (21-12; 21-13) dal turco Mustafa Tugra Nur, mentre Suma in coppia con l’irlandese Chris Stewart ha ceduto sempre in due set (21-11; 21-12) contro l’olandese Jordy Brouwer Von Gonzenbach e l’inglese David Follett.

Nel 2019 i prossimi appuntamenti internazionali in maglia azzurra apriranno ufficialmente la corsa alla qualificazione delle olimpiadi di Tokyo 2020 dove il para-badminton debutterà come disciplina olimpica. La corsa del campione italiano della Città bianca, è appena iniziata!