«Il 26 maggio è una data importantissima per Ostuni perché si deciderà chi governerà la città per altri cinque anni. Siamo convinti che anche il nostro territorio sia pronto ad avviare una nuova stagione politica, più aderente alle esigenze della popolazione residente».

È con queste parole che, attraverso una nota stampa, Domenico Pecere, candidato sindaco per il M5S di Ostuni, invita la cittadinanza a un cambio di passo per la storia politica locale.

Sono complessivamente due milioni e mezzo i beneficiari del Reddito di cittadinanza; oltre centomila persone andranno in pensione con “quota 100”; nel 2018 si registrano duecentomila contratti stabili in più, un numero importante di assunzioni che da tempo determinato, passa a indeterminato. Si abbassa la quota INAIL per le piccole e le medie imprese e si registra una sensibile crescita del mercato delle auto ibride ed elettriche grazie agli incentivi del governo nazionale.

Questi sono solo alcuni degli obiettivi raggiunti dal Movimento 5 Stelle, da poco meno di un anno alla guida del nostro Paese, a cui si aggiungeranno presto: la legge sul salario minimo orario, che permetterà di guadagnare da nove euro in su a ogni lavoratore; l’abbassamento del costo del lavoro; gli aiuti alle famiglie in difficoltà; la legge sul conflitto d’interessi e l’esclusione della politica dalla sanità pubblica.

«Il mio appello è rivolto quindi a chi – incalza Pecere – un anno fa, ha votato per il Movimento 5 Stelle alle elezioni politiche: avete oggi la possibilità di migliorare la vostra condizione di cittadini, scegliendo ancora una volta di dare fiducia al nostro progetto politico. Credere nell’unica alternativa possibile è semplicissimo: abbiamo una sola lista, basta barrare il nostro simbolo».Novità