Sorpreso nel Comune di Ceglie Messapica a smaltire illecitamente rifiuti speciali, denunciati titolare e autotrasportatore di una ditta ostunese

Smaltiva illecitamente rifiuti speciali nel territorio del Comune di Ceglie Messapica. Per questa ragione, un autotrasportatore di Ostuni e il titolare della ditta per cui lavorava sono stati denunciati dai Carabinieri Forestali.

L’autista dell’automezzo, un trentasettenne di Ostuni, è stato individuato grazie alle telecamere montate grazie al piano di videosorveglianza sui rifiuti, predisposto dal Comune di Ceglie Messapica in collaborazione con la locale Stazione dei Carabinieri Forestali.

Il piano ha infatti l’obiettivo principale quello di scongiurare il deterioramento delle aree rurali con abbandoni o depositi incontrollati di rifiuti, anche servendosi dei cassonetti per la raccolta di quelli urbani, spesso con provenienza da comuni limitrofi.

Le indagini dei Carabinieri Forestali, sulla base delle immagini fornite da una videocamera, hanno così potutoi identificare il conducente dell’autocarro, sorpreso dalle telecamere a smaltiva illecitamente in alcuni cassonetti i rifiuti speciali prodotti da una ditta ostunese.

Per l’autotrasportatore e per il titolare della ditta il reato contestato, in concorso, è quello di abbandono di rifiuti (art. 256, comma1 lett. a) e comma 2 del “Codice dell’ Ambiente”, decreto legislativo 152 del 2006). Per lo stesso è prevista la pena dell’arresto da 3 mesi ad un anno e il pagamento di un’ ammenda da 2.600 a 26.000 euro.

L’automezzo utilizzato per il trasporto ed il conferimento illecito è stato sottoposto a sequestro penale preventivo, su disposizione del Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Brindisi.