A febbraio dodici agenti di Polizia in più arriveranno a rinforzare l’organico del territorio brindisino.

Lo annuncia il Sap (Sindacato Autonomo Polizia) che in una nota stampa plaude all’iniziativa del governo che vede scendere in campo cinque nuovi agenti di Polizia nel Commissariato di Ostuni, quattro in forza alla Questura di Brindisi e tre all’Ufficio Polizia di Frontiera di Brindisi.

«Le politiche del governo sulla sicurezza– recita la nota del Sap- iniziano a dare i primi frutti dopo anni di blocco del turn over che ha messo in ginocchio il comparto. A febbraio 12 arrivi tra Brindisi e Ostuni, rispettivamente 5 unità al Commissariato P.S. di Ostuni, 4 in Questura a Brindisi e 3 all’Ufficio Polizia di Frontiera di Brindisi, di cui un artificiere.
È il segno evidente dell’attenzione che l’Amministrazione centrale ha riservato alla provincia di Brindisi, seppur con le modeste risorse umane disponibili, in attesa che i corsi di formazione dei nuovi allievi Agenti si susseguano a ritmo sostenuto.
Bisogna continuare– conclude la nota del sindacato- inviando risorse umane per dare risposte ai cittadini di questa provincia che meritano sicurezza sotto ogni aspetto».

L’unico comparto a non veder rinforzato l’organico è quello della Polizia penitenziaria in forza nella casa circondariale di Brindisi che, per stessa ammissione di Annamaria Dello Preite, direttrice del carcere, è sotto organico da sempre.Novità